Eventi News e Stampa


Unirima è disponibile alla più ampia collaborazione con gli organi di informazione.

Sei sei un giornalista e vuoi essere inserito nella nostra mailing list puoi inviarci una mail unirima@unirima.it

25 Maggio 2020

Dai Riciclatori sei proposte per l’Economia Circolare – Video Conferenza mercoledì 27 maggio ore 11,00

45mila addetti, 4mila impianti e 20 miliardi di fatturato l’anno, da questi numeri il mondo del riciclo di carta, plastica e metalli rappresentato da UNIRIMA, Assorimap e Assofermet, parte per chiedere sei misure a sostegno dell’economia circolare.

Mercoledì 27 maggio alle ore 11.00 su Ricicla TV la video conferenza con l’intervento del nostro Presidente Giuliano Tarallo.

 

 

 

 

21 Maggio 2020

Bioeconomia, circolarità e innovazione nella filiera della carta. Video conferenza martedì 26 maggio ore 17.00

Martedi 26 Maggio ore 17.00  “Bioeconomia, Circolarita’ e Innovazione nella filiera cartaria – Cicli produttivi e modelli di consumo circolari”.  Evento organizzato da Edizioni Ambiente e Materia Rinnovabile in collaborazione con UNIRIMA, Comieco e Federazione carta e grafica.

La carta è rinnovabile, riciclabile, biodegradabile e compostabile; la sua filiera è un concreto e compiuto esempio di bioeconomia circolare. Ma quali sono i punti di forza e le criticità, le migliori esperienze di innovazione, le certezze economiche e i dubbi normativi che ancora frenano il settore? Ne parleremo con:

  • Roberto Morassut, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente
  • Amelio Cecchini, Presidente di Comieco
  • Girolamo Marchi, Presidente della Federazione Carta e Grafica
  • Giuliano Tarallo, Presidente di UNIRIMA
  • Mario Bonaccorso, curatore della monografia: “La carta protagonista della bioeconomia”

Modererà Sergio Ferraris, giornalista della rivista Materia Rinnovabile.

Scarica il Programma


Qui il link alla diretta streamingFacebook.com/EdizioniAmbiente/posts/

Per scaricare la monografia “La carta protagonista della bioeconomia” qui: http://www.unirima.it/volume-pubblicato-da-edizioni-ambiente/

 

 

 

20 Maggio 2020

Circolare INAIL n°22 del 20/05/2020 -Tutela infortunistica nei casi accertati di infezione da coronavirus in occasione di lavoro.

Circolare INAIL n° 22 del 22 maggio 2020 avente ad oggetto: Tutela infortunistica nei casi accertati di infezione da coronavirus (SARS- CoV-2) in occasione di lavoro. Decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” – Articolo 42 comma 2, convertito dalla legge 24 aprile 2020, n. 27. Chiarimenti.


Nella circolare n° 22 del 22/05/2020 INAIL ribadisce che: ” In assenza di una comprovata violazione, da parte del datore di lavoro delle misure di contenimento del rischio di contagio di cui ai protocolli o alle linee guida di cui all’articolo 1, comma 14, del decreto-legge 16 maggio 2020, n.33, sarebbe molto arduo ipotizzare e dimostrare la colpa del datore di lavoro.”

 

 

19 Maggio 2020

Il parere positivo del Consiglio di Stato sul Decreto “End of Waste Carta”

Il Consiglio di Stato ha espresso parere favorevole allo schema di regolamento cessazione della qualifica di rifiuto (End of Waste) per la carta, presentato dal Ministero dell’Ambiente.

Il Decreto, che disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto da carta e cartone, ai sensi dell’articolo 184-ter, comma 2, del  D.lgs. 152/06, riporta i criteri che devono essere rispettati affinché i rifiuti di carta e cartone cessino di essere qualificati come rifiuti, per poter diventare prodotti da essere immessi nel successivo processo industriale.

UNIRIMA si è fatta parte attiva per chiedere l’emanazione di tale importante norma per il nostro settore e, sin dal primo incontro con la struttura tecnica del Ministero dell’Ambiente, abbiamo chiesto che il decreto fosse in linea con previsto dalla norma di settore EN 643.

.

 

 

18 Maggio 2020

Volume “La carta protagonista della Bioeconomia” pubblicato da Edizioni Ambiente

La carta protagonista della bioeconomia” pubblicato da Edizioni Ambiente  su “Materia Rinnovabile”, la rivista internazionale sulla bioeconomia e l’economia circolare

La pubblicazione riporta un quadro completo sulla filiera della carta  in Italia, con uno sguardo alla situazione internazionale e riprende in più parti il  “Rapporto Unirima 2019“,  in particolare nel Capitolo dedicato al mercato della carta da macero (pag. 21 e pag. 22) e alle criticità del nostro comparto.

A pag. 15 sono riportate le interviste al Presidente e al Direttore Generale di Unirima mentre a pag. 11 c’è l’intervista a Cinzia Vezzosi, Presidente di EuRIC, la confederazione europea delle industrie del riciclo cui aderiamo.

A pag. 28 l’intervista a Giuseppe Palmisano direttore tecnico di Recsel Srl, impresa nostra associata come GV Macero Spa, Ecopiana Srl e Trevisan Spa che hanno contribuito alla stesura del volume.

Il volume si può scaricare anche da: www.renewablematter.eu/magazine/

 

18 Maggio 2020

ISPRA: documento per la classificazione e la corretta gestione, smaltimento compreso, dei rifiuti DPI usati (mascherine e guanti).

L’ISPRA ha pubblicato un documento contenente le indicazioni per la classificazione e la corretta gestione, smaltimento compreso, dei rifiuti DPI usati (mascherine e guanti).

Il testo si può scaricare dal sito dell’ISPRA: www.isprambiente.gov.it/mascherine-e-guanti-usati-come-smaltirli


La definizione di Dispositivo di Protezione Individuale (DPI) è riportata nll’articolo 74 del D.lgs. n. 81/2008 (Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro):  “qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonchè ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo

I rifiuti di DPI non sono ascrivibili ad uno specifico settore produttivo ovvero ad una specifica fonte ma possono, indifferentemente, essere generato nell’ambito di un qualunque settore economico. Più in particolare, questi rifiuti possono essere ricondotti al capitolo 15, sub-capitolo 15 02 dell’elenco europeo dei rifiuti alla seguente coppia di voci specchio:

  • 15 02 02*: assorbenti, materiali filtranti (inclusi filtri dell’olio non specificati altrimenti), stracci e indumenti protettivi, contaminati da sostanze pericolose;
  • 15 02 03: assorbenti, materiali filtranti, stracci e indumenti protettivi, diversi da quelli di cui alla voce 15 02 02.

Ma possono essere anche ricondotti al capitolo 18, relativo al settore sanitario e veterinario o da attività di ricerca collegate ed, in particolare, facendo riferimento alle attività di diagnosi, trattamento e prevenzione delle malattie negli esseri umani e tenendo conto delle disposizioni contenute nel DPR 254/2003, ai seguenti codici del sub-capitolo 18 01:

  • 18 01 03*: rifiuti che devono essere raccolti e smaltiti applicando precauzioni particolari per evitare infezioni;
  • 18 01 04: rifiuti che non devono essere raccolti e smaltiti applicando precauzioni particolari per evitare infezioni (es. bende, ingessature, lenzuola, indumenti monouso, assorbenti igienici).

Il documento riporta le modalità di gestione dei rifiuti di DPI usati (mascherine e guanti)  prodotti da:

  • Utenze domestiche e provenire da:
    • abitazioni dove risiedono persone malate o positive al tampone o in quarantena obbligatoria;
    • abitazioni dove non risiedono persone malate o positive al tampone o in quarantena obbligatoria.
  • Utenze commerciali e produttive, il documento riporta  due casistiche:
    • DPI prodotti dalle utenze produttive assimilate alle utenze domestiche (anche a seguito di specifiche ordinanze regionali;
    • DPI prodotti dalle utenze produttive non assimilate alle utenze domestiche.
  • DPI prodotti dalle strutture sanitarie

 

COME ADERIRE